lunedì 8 febbraio 2016

Intelligenza e Contemplazione

"La vita è un viaggio sperimentale fatto involontariamente. Ḕ un viaggio dello spirito attraverso la materia, e poiché è lo spirito che viaggia, è in esso che noi viviamo. Ci sono perciò anime contemplative che hanno vissuto più intensamente, più largamente, più tumultuosamente di altre che hanno vissuto la vita esterna. Conta il risultato. Ciò che abbiamo sentito è ciò che abbiamo vissuto. Si ritorna stanchi da un sogno come da un lavoro reale. Non si è mai vissuto tanto come quando si è pensato molto."

(Fernando Pessoa, "Il Libro dell'Inquietudine",1992, p. 97)




"Risposi e dissi: "Sàziati di intelligenza, o anima mia, e imbeviti di riflessione, mio cuore!
Tu sei venuta non per tua volontà, e te ne vai senza volerlo, né ti è concesso altro se non un breve tempo da vivere.
O Signore sopra di noi, permetti al tuo servo di pregare davanti a Te: donaci un seme per il nostro cuore, ed una coltivazione per la nostra intelligenza, da cui esca un frutto del quale possa vivere ogni essere corruttibile che abbia portato aspetto d'uomo."


(Quarto Libro di Ezra VIII, 4-6)



Nessun commento:

Posta un commento